NFC: Intent Filter 2

ottobre 24, 2012
By

Ecco il secondo step nell’uso di un intent filter: filtraggio in base a schema e URI sfruttando il fatto che il messaggio NDEF viene già elaborato dalla piattaforma e confrontato con gli intent filter
Il vantaggio è che in questo caso siamo certi che l’intent che ci viene passato riguarda noi dato che possiamo definire lo schema e l’URI a livello applicativo

<data android:scheme="@string/il_mio_schema"
 android:host="@string/il_mio_host" />

Come si nota ho messo le variabili nel res/values/strings.xml così si tiene tutto ordinato, non duplicato e nel caso mi servisse recuperare i valori nel corpo dell’activity basterebbe prenderli da

R.string.il_mio_schema

Altra cosa da notare è che ho tolto il riferimento al mime/type che a questo punto diventa non solo superfluo, ma fonte di confusione dato che chi scrive il tag può usare qualsiasi mime/type voglia e non c’è un vero standard accettato a riguardo

La definizione del tag <data> è reperibile qui

Prossimo step: un semplice tool che permetta all’utente di (ri)programmarsi un TAG con l’URI necessario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*