Rimborso di Windows

gennaio 8, 2009
By

Sto pensando di prendermi un portatile e in quest’ottica sto cercando un costruttore che

  • Mi fornisca un portatile senza S.O. installato
  • Mi fornisca un sistema realistico per ottenere il rimborso della cifra per Windows

Io per i miei scopi uso solo linux (quasi solo Gentoo) e per le rare volte che mi serve Windows uso delle regolari licenze su VirtualBox oppure wine.Sostanzialmente mi serve solo per InternetExploder in modo da poter testare i layout dei siti che faccio.

Al momento l’unica che mi risulti avere una procedura chiara e codificata è Acer, però la procedura che propongono è allucinante: bisognerebbe inviare tutto il portatile ad un centro assistenza a proprie spese, aspettare un massimo di cinque giorni lavorativi (che con la spedizione diventano un mese) e vederselo ritornare con l’hdd formattato (il che andrebbe bene) e l’adesivo tipo metallo “Work with WinBlows” tolto (il che vuol dire graffiato, dato che ai centri assistenza non hanno sicuramente voglia e tempo di fare le cose coi guanti). In sostanza una fetenzia o meglio, una presa per i fondelli.

Inoltre per iniziare questo calvario è necessario chiamare il call-center su un numero 199* a pagamento. Come ottimamente riassunto qui una spesa di 26€ con in più il rischio di vedersi danneggiato un bene appena acquistato e una bella dose di disagi. Il tutto per un rimborso di una quarantina di euro scarsi …

Sembrava una bella idea, in realtà fatta così è una presa per il culo bella e buona.

Dell non so di preciso come si comporti. Approfondirò

Per il momento linko il sito dell’aduc che riporta la sentenza di Firenze che condanna HP a rimborsare il cliente e a pagare le spese legali

http://www.aduc.it/dyn/rimborsowindows/

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*